L’11 e 12 maggio riparte da Escolca la seconda edizione di Stiddius de oru, la manifestazione finanziata dalla Regione Sardegna e dalle Amministrazioni coinvolte, con la Sagra di Sa Die de s’ollu e su liori, la Festa dell’olio e del pane, organizzata dal Comune e dalla A.T. Pro Loco Escolca.

La sagra, sostenuta anche dalla Fondazione di Sardegna e dall’Agenzia Laore è un’occasione per immergersi nelle tradizioni locali, per scoprire le primizie del territorio e conoscere le produzioni di olio e pane, in un luogo che conserva gelosamente le sue tradizioni. Sulle tematiche  della filiera sono previsti, nelle due giornate, diversi incontri con esperti e ospiti del settore.

Oltre alle iniziative dedicate al pane e all’olio si potrà assistere a numerose lavorazioni tradizionali: quelle legate alla lavorazione del formaggio, della pasta artigianale, alla preparazione delle botti, delle candele, dei tradizionali Mustaionis (spaventapasseri) di Escolca, degli strumenti musicali più tipici della Sardegna, le launeddas. Sarà possibile effettuare numerose visite nelle aziende produttrici della zona, agli uliveti, al frantoio, al mulino di Nurri, alle Case Museo di Escolca.

Un vera e propria Festa con un ricco programma per due giorni dedicati alla riscoperta dei sapori e dell’olio buono, quello d’oliva prodotto dalle campagne escolchesi. Un prodotto eccellente che si potrà degustare lungo le vie del centro storico, grazie ai volontari e alle associazioni del territorio che proporranno percorsi enogastronomici, tra profumi e sapori, ma anche saperi, di oggi, ieri e domani.

Completano la manifestazione proiezioni di video, performance artistiche murali, una mostra sugli antichi giocattoli e una fotografica e le iniziative musicali, sia per le strade del centro che, a fine giornata, nella Piazza principale. Per la musica sarda tradizionale saranno presenti Su Cunzertu Antigu, il Trio Banderas di Marcello Caredda, per le sfilate delle maschere del Carnevale di Maggio, saranno presenti i gruppi Cambas de linna di Guspini, Tumbarinos di Gavoi, Thurpos di Orotelli. Si chiude la Sagra con il concerto Astrolicamus – Omaggio a Andrea Parodi e uno spettacolo di fuochi d’artificio.

Di seguito il programma completo:

SABATO 11 MAGGIO

h 10:00

Nurri – Mulino della farina di Angelo Anedda

workshop itinerante – Aspetti nutrizionali e cultura locale

  • Visita del mulino con le molazze di quarzo in funzione dal 1932
  • Dimostrazione della rabbigliatura, intervento praticato con martelli taglienti per mantenere affilate le macine, producendo sulla superficie delle scanalature (raggi), secondo disegni corrispondenti alla molitura dei diversi cereali

Incontro: L’importanza della molitura a pietra – Farina di grano Senatore Cappelli – Danneggiamento dei granuli d’amido

h 11:00

Escolca – Locali ex Scuole Elementari  

  • workshop – Dimostrazione della panificazione

Temi trattati: – Farine raffinate – Indice glicemico – L’importanza di panificare con il lievito madre e le implicazioni per la salute – II pane integrate e l’importanza della fibra alimentare

h 12:30

Escolca – Oleificio Sa Mola

  • Intervento del Prof. Gianni Pes (Dipartimento di Scienze Biomediche dell’Università di Sassari) e del Dott. Costantino Palmas (Responsabile del Laboratorio di Entomologia Medica dell’Università di Cagliari)
  • pranzo didattico con menu frugale della cultura contadina, con interventi che illustrano e danno un approfondimento sulle tematiche della nutrizione e dei grani antichi

h 15:00

Escolca – Frantoio Sa Mola

Cottura nel forno a legna e assaggio del pane, condito con I’olio novello; concerto di Launeddas

h 15:30

Escolca – Frantoio Sa Mola

Incontro – Le varietà di frumento duro e i problemi della filiera e del marchio del pane fresco, a cura dell’Agenzia Laore Sardegna

h 16:30

Escolca – Casa Museo Seu

Visita guidata con I’autore della Mostra Fotografica e concerto di Launeddas

DOMEN1CA 12 MAGGIO

Escolca

h 9:00

Aperture degli stand

Antica Cereria

  • Dimostrazioni sulla lavorazione della cera e realizzazione di candele artistiche, a cura di Elisa Puggioni
  • Esposizione delle opere dell’artista Cecilia Porru

Casa Museo Pillatus

  • Dimostrazioni di tessitura al telaio
  • Realizzazione Mustaionis, i tipici spaventapasseri di Escolca
  • Realizzazione delle botti da vino
  • Strumenti musicali della tradizione – is Launeddas

h 9:30

Santa Messa nella Chiesa parrocchiale di Santa Cecilia

dalle ore 10:00 e per tutta la giornata nella Biblioteca comunale Luigi Murtas

  • Videoproiezione di filmati sulla panificazione
  • Mostra bibliografica sul pane e sull’olio

dalle ore 10:00 e per tutta la giornata in Ludoteca

  • Laboratorio e letture sul filo della tradizione
  • Mostra Giogus Antigus

h 10:00/18:00

Monumento ai Caduti

Performance artistica pubblica realizzazione Murale a tema con la sagra

h 10:00

Esibizione itinerante di musica sarda con Su Cunzertu Antigu

h 10:00

Casa Museo Seu

Dimostrazione della lavorazione del pane

h 11:00

Casa Museo Seu

Dimostrazione della lavorazione della Fregola e Maccarronis de cioliriu

h 14:00

• Esibizione itinerante di musica sarda Trio Banderas di Marcello Caredda

h 14:30

Casa zio Leonardo

• Dimostrazione/ Laboratorio lavorazione Pugnoladas

h 15:00 Campetto ex Scuola Elementare, via S. Satta

Animazione per i bambini

h 16:30 Casa Museo Pillatus

Laboratorio sulla lavorazione del formaggio

h 17:00

Sfilata delle maschere tradizionali della Sardegna Carnevale di Maggio (partenza Impianti Sportivi, Via Roma, Piazza Parrocchia di Santa Cecilia, arrivo alia Piazza Anfiteatro Comunale)

Saranno presenti i gruppi: – Cambas de linna di Guspini – Tamburinos di Gavoi – Thurpos di Orotelli

h 19:30 Anfiteatro Comunale

Concerto Astrolicamus – Omaggio a Andrea Parodi

h 21:00 Spettacolo Pirotecnico di fuochi d’artificio (visibili dall’Anfiteatro Comunale)